Ecco come fare spam sul web e creare condivisione dal nulla

fuffa-sul-web

Ci sono sempre più blog, magazine, giornali online che per sopravvivere utilizzano i social network creando false notizie o creando titoli ad hoc che poco hanno a che fare con il vero senso dell’articolo. Qualche tempo fa mi ero iscritto ad una fan page di Facebook dal titolo “Vergognarsi del proprio Presidente del Consiglio.” l’avevo fatto perché al tempo Silvio Berlusconi aveva avuto delle uscite poco felici in Europa e aveva messo in cattiva luce l’Italia. Né più né meno di questo.

Tant’è che questa pagina non faceva altro che raccogliere consensi tra i detrattori del Silvio nazionale e poi pubblicizzare un sito web. Il gioco è semplice, crei una pagina dove vengono raccolti i malumori delle persone per un determinato argomento e poi “spammi” il tuo sito web/blog/magazine.

È un gioco talmente semplice che alcuni lo capiscono mentre altri continuano a cliccare sui link senza accorgersi del trucchetto. Ma fin qui ci può stare, lo fanno in molti e se l’utente sta al gioco perché non farlo? Poi però questi pseudo giornalisti/blogger calcano la mano e s’inventano titoli ad effetto per creare FLAME (da wikipedia: Nel gergo delle comunità virtuali di Internet come newsgroup, forum, blog, chat o mailing list, un flame (dall’inglese per “fiamma”) è un messaggio deliberatamente ostile e provocatorio inviato da un utente alla comunità o a un altro individuo specifico) e malumori vari e aumentare di fatto i click, le condivisioni e i “mi piace”.

Il gioco dopo un po’ non vale più la candela, e qualcuno si stufa. Saluti ragazzi, è stato un piacere.

PS: questa è fuffa del web, #sapevatelo.

Comments

comments

Filippo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *