Passare dall’idea al sogno alla realtà

Non voglio diventare il nuovo messia e non mi sento in grado di stravolgere il mondo in cui vivo ma tentar non nuoce. Ho provato ad immaginare un network sempre più grande di professionisti in grado con il loro lavoro di realizzare opere diverse, opere che ancora non esistono. In Italia? Certo, in Italia.

Qualche secolo fa nascevano nel nostro paese le menti più eccelse del mondo, nascevano grandi opere sia letterarie che artistiche. Poi è arrivato il calcio e tutto è morto! Ovviamente è una provocazione ma se parliamo d’arte non ho ricordi recenti di grandi opere, non ho ricordi di grandi canzoni, poesie o opere letterarie.

Dai primi del novecento l’Italia è sprofondata nell’anti cultura riuscendo a far vincere la televisione e i suoi programmi. Perché noi non innoviamo più (o pochissimo), abbiamo le veline, abbiamo i tronisti, i calciatori vip, abbiamo i locali “giusti” gestiti da persone “giuste”.

Abbiamo pesci ed ex esperte di denti che governano. Non cerchiamo per forza quello che non funziona, perché l’elenco sarebbe infinito. Concentriamoci su quello che c’è. Proviamo a creare qualcosa dal nulla. Solo con le idee. Proviamo a trasformare un sogno in un’idea e poi realizziamola… come? Io qualche idea ce l’ho…

Ogni idea, per quanto assurda sembri al primo suo apparire, è una favilla che, con l’andar del tempo, incendia il mondo. (Giovanni Papini)

Comments

comments

Filippo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *